Brand

Perché devi includere le GIF nella tua strategia di marketing

Le GIF (acronimo di Graphics Interchange Format) non sono una novità, la loro introduzione risale al 1987, ma il loro uso è aumentato negli anni fino a diventare più popolare che mai, per questo ho decido di dedicargli questo articolo.

La loro integrazione sui principali social network ha contribuito al loro revival: basti pensare ad esempio a Facebook che ha integrato direttamente Giphy, il motore di ricerca di GIF, nella propria piattaforma social per permettere agli utenti di personalizzare commenti e le interazioni.

Ultimamente le GIF sono utilizzate molto anche nelle Storie di Instagram, di certo lo strumento che ha riscosso più successo l’ultimo anno. La nuova funzione, molto amata e utilizzata dagli utenti, permette nello specifico di effettuare una ricerca all’interno del database di Giphy per cercare le GIF più divertenti da applicare direttamente sulle proprie foto e video, quasi fossero adesivi.

Ma come mai il loro utilizzo non tramonta mai? Le GIF propongono di base una immagine in movimento, un contenuto altamente visivo che rende il messaggio in esse celato memorabile. Inoltre, suscitano un fascino emotivo che spinge le persone a condividerle e per questo hanno molto da offrire ai marchi: tra le tante cose, si rivelano perfetti per coinvolgere il pubblico e umanizzare un marchio, facendolo sentire più vicino al cliente.

Le GIF però non sono solo accattivanti, ma anche efficaci: aiutano infatti a ampliare il messaggio di un brand con contenuti visivi, molto più freschi e dinamici delle immagini statiche. Inoltre è molto più economico di un video.

Le GIF possono quindi fornire il giusto incoraggiamento per un utente ad ascoltare il messaggio di una azienda, che funge da invito all’azione ideale: il ciclo automatico di riproduzione aumenta infatti notevolmente anche l’efficacia del messaggio.

Sono poi anche molto versatili e mobile-friendly, ovvero usufruibili e ottimizzate anche per i dispositivi mobili: poiché le GIF durano solo pochi secondi, la dimensione del loro file è notevolmente ridotta e il processo di caricamento è più veloce rispetto ai video.

Le GIF sono quindi usate come una nuova forma di comunicazione tra gli utenti: ogni giorno gli utenti arrivano a condividerne anche 7 miliardi attraverso social network e messaggi diretti. Ecco perché hanno attirato l’attenzione dei brand, i quali hanno aderito a questa tendenza per dimostrarsi capaci di comprendere ciò che piace al loro pubblico e capaci di parlare il loro linguaggio.

Le persone stanno diventando meno ricettive alla pubblicità tradizionale e le aziende cercano di proporre contenuti sempre più creativi per catturare la loro attenzione: per questo consiglio anche a te di iniziare a pensare fuori dagli schemi e proporre qualcosa di diverso. Se sei interessato a creare delle GIF su misura per la tua azienda, non esitare a contattarmi.

Leave a Reply