Brand

Pinnacle Project: The North Face e l’ambient marketing

Oggi volevo parlarvi di una campagna di ambient marketing di questa estate che mi ha davvero affascinato: Pinnacle Project di The North Face.

Nel cuore delle Dolomiti, a 2055 metri sopra il livello del mare, il noto brand di abbigliamento ha deciso questa estate di aprire un pop-up store, uno spazio aperto fino al 5 luglio dove acquistare degli articoli davvero speciali.

Un luogo insolito per ospitare un negozio, reso difficile da raggiungere non solo per il suo essere sperduto nella natura: per accedervi bisognava affrontare prima 2 ore di camminata e arrampicata.

Ancora una volta, il brand vuole sottolineare il suo messaggio ai propri consumatori, ovvero quello di cercare di spingersi sempre oltre i propri limiti.

Una volta compiuto lo sforzo di raggiungere Val San Nicolò, sulle Alpi italiane, il negozio offriva però la ricompensa: l’occasione di acquistare dei capi indossati dai più famosi avventurieri, esploratori e atleti del nostro tempo.

All’interno dello store era possibile trovare otto importanti pezzi per collezionisti, restaurati ed etichettati con un messaggio personalizzato, che avrebbe puntato a ispirare il nuovo proprietario ad esplorare e su questi cimeli sono una fonte d’ispirazione per chi li acquisterà, affinché non smetta mai di esplorare e spingersi a sua volta verso il successo.

Inoltre, i ricavi verranno riutilizzati per progetti di valorizzazione del territorio.

Tutti gli articoli in vendita sono stati utilizzati dagli atleti durante i momenti più importanti della loro carriera. Ovviamente, ogni oggetto è stato completamente restaurato da The North Face e vengono anche con un messaggio dell’atleta che, si spera, ispirerà il nuovo proprietario a tirar fuori la loro e spingere sé stesso verso il loro vero successo.

Naturalmente, The North Face era a conoscenza che non tutti i consumatori hanno la possibilità di scalare fisicamente una montagna nel Nord Italia: per questo, aveva reso disponibili gli oggetti in un’asta sul sito web del progetto Pinnacle. Da lì, si poteva fare un’offerta per il un articolo, leggere le storie degli atleti e saperne di più sul progetto.