Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/cristiandellavedova.com/public_html/wp-content/plugins/WP-Ad-monetizer-Pro/wpadm-ads-functions.php on line 21
Come trasmettere la personalità del tuo marchio attraverso i social media - Cristian Della Vedova

blog single

Sicuramente conosci bene il tuo marchio. Dopo tutto, se stai leggendo questo articolo o segui il mio blog sei sicuramente un operatore di marketing o un imprenditore. Trasmettere la personalità del tuo marchio al tuo pubblico sui social media, però, non è sempre facile. Naturalmente, quando si tratta di branding, il tuo logo, la tavolozza dei colori scelti per la comunicazione, i caratteri e lo slogan sono importanti, ma la voce del tuo marchio è ciò che influenzerà veramente il tuo pubblico e i tuoi lettori.

In particolare, è fondamentale perfezionare la strategia di marketing che usi per raggiungere clienti e potenziali clienti. Oltre a testare e modificare i messaggi e le tattiche, infatti, bisogna determinare il carattere e il tono della voce del tuo marchio.

In questo articolo voglio darti una rapida panoramica su come definire la personalità del tuo marchio, identificare la tua voce e aiutarti a stabilire quali tipi di messaggio siano i più efficaci, in modo da poter comunicare in modo efficace.

 

1. Definisci la personalità della tua persona target

Prima di poter trasmettere la personalità del tuo marchio attraverso i social media, devi definirla: per farlo, inizia a individuare ed esaminare il tuo target.

Per fare ciò, dovrai:

– Identificare il tuo mercato di riferimento

– Scoprire dove (e come) cercano informazioni

– Delineare i loro punti deboli più comuni e ciò che invece apprezzano

– Determinare che tipo di messaggi ed elementi sono in grado di coinvolgerli direttamente.

Queste informazioni le puoi raccogliere anche con una intervista ai clienti o durante una riunione, ragionando con i membri del tuo team. Con queste nozioni, puoi iniziare a creare una strategia basata sui contenuti.

Dopo di che devi passare a rispondere alle seguenti domande:

Cosa ti distingue dalle altre marche?

Come vuoi essere ritratto e considerato dal pubblico?

Per chi stai creando contenuti?

Cosa vuoi offrire al tuo pubblico sui social media?

In che modo il tuo pubblico utilizza i social media? Che tipo di linguaggio e tono usano in genere?

Una volta risposto a queste domande, avrai un’idea chiara sul tuo pubblico e con una strategia di contenuto sensata, sarai in grado di iniziare a creare valore grazie a ciò che pubblicherai sui social media, perché rispetterà i loro gusti e la loro personalità.

 

2. Trova la tua voce

Ora che hai le risposte a queste domande, puoi definire il tono comunicativo che avrai con il tuo pubblico. Ai miei clienti spesso suggerisco questa tecnica, che ora condividerò con te. Prendi un foglio e crea un elenco di aggettivi in grado di descrivere il tuo marchio. Scegline poi cinque o sei che rappresentano al meglio ciò che vuoi trasmettere.

Pensa con attenzione ad aggettivi come professionale, sincero, simpatico, audace, affabile. Queste saranno le parole che guideranno il tuo marchio. Qualsiasi operatore di marketing o scrittore che lavora sui contenuti del tuo marchio dovrebbe poi essere in grado di comprendere e sfruttare questi aggettivi per adeguarci il tono della comunicazione del tuo marchio. Ti consiglio comunque, per garantire uniformità, di sviluppare linee guida che il tuo team possa utilizzare.

Sappi che la coerenza è la chiave del successo, soprattutto sui social media. 

 

3. Determina i tuoi canali social preferiti

Ogni canale di social media è diverso e ha il suo stile e le sue convenzioni uniche. Per riuscire a trasmettere la personalità del tuo marchio, pensa a:

Chi sono le persone target della tua azienda

Dove trascorrono il loro tempo

La categoria (B2B o B2C) in cui rientra la tua azienda

Trova i canali che meglio si allineano con il tuo marchio e il tipo di messaggistica che desideri fornire. Ad esempio, se stai commercializzando a professionisti come società B2B, LinkedIn e Twitter sono i migliori canali da utilizzare.

Assicurati di notare le differenze tra ciascun canale di social media e identifica il tono che utilizzerai per rispondere alle domande, rispondere alle critiche o condividere i post dei clienti.

 

4. Stabilisci quale tipo di messaggio si desidera trasmettere

I canali e la lingua che usi per recapitare i tuoi messaggi sono importanti tanto quanto i contenuti stessi. Pensa a come vuoi presentare il tuo marchio al tuo pubblico e come vuoi utilizzare ciascuno dei tuoi canali di social media.

Vuoi utilizzare i social media esclusivamente per l’autopromozione? Oppure, vuoi creare contenuti educativi per il tuo pubblico e aiutarli nella loro scoperta e ricerca condividendo articoli di settore pertinenti e leadership di pensiero?

Una volta che sai come intendi presentare il tuo marchio, puoi iniziare a coltivare una connessione con il tuo pubblico.

 

5. Coltiva la connessione con il tuo pubblico attraverso lo storytelling

Infine, uno dei modi migliori per comunicare la personalità del tuo marchio utilizzando i social media è raccontare storie. Tutti si identificano con le storie e il tuo marchio può utilizzarle come strumento per entrare in contatto con il tuo pubblico e stabilire una connessione emotiva, sia che tu stia commercializzando ad altre aziende o direttamente ai consumatori. Le buone storie spingono anche il tuo pubblico a condividere i tuoi contenuti e invitare altri a partecipare alla conversazione.

 

Trasmetti con successo la personalità del tuo marchio attraverso i social media

Il modo in cui trasmetti la personalità del tuo marchio sui social media può creare o spezzare la relazione che il tuo pubblico ha con la tua azienda. Per trasmettere con successo la personalità del tuo marchio, segui questi passaggi e tieni presente che il tuo marchio rappresenta la tua attività, la tua missione e visione, anche sui social media.

Sviluppa una voce distintiva che comunica la personalità del tuo marchio in modo accurato e autentico e le persone si connetteranno e lo ricorderanno.

Dopotutto, questo è l’obiettivo finale dei social media, non è vero?