Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/cristiandellavedova.com/public_html/wp-content/plugins/WP-Ad-monetizer-Pro/wpadm-ads-functions.php on line 21
Qual è il social media più affidabile nel B2B? - Cristian Della Vedova

blog single

I professionisti del marketing trascorrono buona parte della loro carriera cercando di anticipare le novità quando si tratta di identificare e adottare le ultime tendenze di marketing. In effetti, è probabilmente uno dei motivi per cui sei forse anche tu sei qui. Ma diventare tu stesso l’argomento di tendenza con il tuo marchio B2B o con il tuo approccio è un’impresa impegnativa. Come puoi sovrastare il rumore sulle piattaforme dei social media di migliaia di notizie per elevare il tuo marchio e guadagnare convertendo se sei uno dei tanti che lottano per l’attenzione del passante di Internet?

Un modo è quello di essere presenti e attivi sui canali giusti, e per il marketing B2B entrare nella rete sociale e attingere al potere dei tre grandi colossi social: Twitter, Facebook e LinkedIn. Non tutte queste piattaforme però funzioneranno per il tuo marchio, quindi scoprire qual è la più attendibile dagli acquirenti ti aiuterà a concentrare i tuoi tempi e le tue energie sulla gestione del canale che più porterà a guadagnare clienti per la tua azienda B2B.

Quindi quale è il più affidabile? Secondo recenti studi, per la tua azienda B2B sarebbe LinkedIn. Con oltre 530 milioni di utenti, LinkedIn è riconosciuta come la piattaforma numero uno. È di fatto la più utilizzata dai professionisti, 3 milioni di utenti che condividono contenuti ogni settimana raccogliendo 9 miliardi di visualizzazioni sui contenuti. 

Per il suo essere dedicato prettamente all’universo professionale, è probabile quindi che gli utenti del mondo B2B si fidino di LinkedIn più di qualsiasi altro canale di social media.

Sebbene Facebook sia un’ottima scelta, essendo il canale di social media più utilizzato per le aziende insieme ad Instagram, LinkedIn è stata eletta come la piattaforma principale.

I risultati della conduzione di campagne di social media a pagamento su LinkedIn, dimostrano che esiste una grande capacità di indirizzare messaggi promozionali a potenziali clienti e lead, attraverso la selezione di settore di riferimento, la posizione ricoperta all’interno dell’azienda, il titolo professionale e altro ancora.

Sebbene sia Facebook che Twitter dispongano di strumenti di marketing aziendale simili per raggiungere i clienti dei loro clienti, LinkedIn ha davvero perfezionato questo servizio, andando ben oltre per soddisfare le esigenze uniche dei mercati B2B di oggi. Con opzioni come InMail e contenuti sponsorizzati, LinkedIn è l’unica piattaforma che permette di parlare in maniera diretta e precisa ai potenziali clienti giusti per la propria attività B2B. E non è solo un marchio affidabile in termini di funzionalità e aspetto, ma consente di conseguenza ad altre aziende di apparire più affidabili.

In che modo quindi sfruttare la potenza della piattaforma di social media più affidabile del B2B? Per scoprirlo, è importante sperimentare alcune delle principali tendenze del 2020:

 

Retargeting: sempre più aziende stanno cercando di lanciare campagne di retargeting per riconnettersi con i contatti che visitano il loro sito Web. LinkedIn è il luogo ideale per la visualizzazione di tali annunci, quindi se non disponi di un metodo di retargeting, puoi inserirlo direttamente sulla piattaforma.

 

Pubblicità sociale a pagamento: come abbiamo accennato in precedenza, LinkedIn è all’avanguardia nel settore della fiducia e gli esperti di marketing B2B si rivolgono regolarmente a LinkedIn per spendere una buona parte del loro budget pubblicitario a pagamento. Molti utilizzano gli strumenti di LinkedIn per pubblicizzare eventi, contenuti, prodotti e servizi a tutti i livelli del percorso di produzione e vendita.

 

Influencer Marketing: gli influencer non vivono solo su Instagram, sono ovunque. Tutte le aziende B2B possono beneficiare di questo tipo di marketing: posizionare sé stessi e il proprio marchio come leader del settore per aumentare la consapevolezza del marchio online e talvolta produrre lead. Ospitare webinar, pubblicare notizie sulle tendenze del settore, condividere consigli utili… Esistono innumerevoli modi per interagire con i consumatori e diventare loro consulenti di fiducia, in modo da trasformare gli utenti in clienti.

 

Video marketing: LinkedIn è il luogo perfetto per esercitarsi nel video marketing, se la tua azienda non ha ancora esplorato i suoi vantaggi. I video (in particolare quelli supportati anche da testo o sottotitoli) sono un ottimo modo per catturare anche su LinkedIn l’attenzione degli utenti, per lo meno per più tempo rispetto al classico post di testo. I video ti consentono di raccontare storie che coinvolgono gli spettatori e mostrano come la tua azienda e il tuo team abbia personalità e carattere.